Archivio mensile:febbraio 2016

Vigolzone – Spes 0-0

VIGOLZONE:

Raffetti, Maffini, Maurizi, Celato, Mini, Celebrano, Cimmino, Boledi G.(85 Granelli), Stombellini (87 Carrara), Viani (60 Girola), Raguseo.

Allenatore: Roncarà

 

SPES BORGOTREBBIA:

Ironi, De Sensi, Boledi P., Cantù, Iorio, Rozza, Fornaciari, Pagani, Boccuni, Brigati (80 Tedeschi), Rossi (61 Cavanna).

Alenatore: Sassi

 

PRIMO TEMPO:

Recupero infrasettimanale di campionato che si gioca sotto un leggero ma fastidioso piovischio, il terreno anche se appesantito è comunque in buone condizioni.

Vigolzone che parte bene nel primo quarto d’ora si fa vedere spesso in avanti e sembra reggere bene le incursioni sulle fasce di Fornaciari e Rossi.

Al 15’ punizione per i padroni di casa, la palla entra pericolosamente in area e nell’uscita avviene lo scontro tra il portiere Ironi e il difensore biancorosso Mini, entrambe rimangono a terra, ma fortunatamente dopo l’ingresso in campo dei soccorritori, possono proseguire la gara.

Al 27 buona occasione per il Vigolzone con Raguseo che entra in area dalla sinistra e prova la conclusione da posizione defilata, ma Ironi respinge.

Un paio di minuti dopo è la Spes ad avere una grossa occasione quando dopo una serie di rimpalli in area, Boccuni si trova solo davanti al portiere, ma è tradito dal rimbalzo della palla e calcia di poco a lato.

Gli ospiti nell’ultimo quarto d’ora creano maggiormente, ma gli uomini di Roncarà si chiudono bene e non ci sono grossi pericoli dalle parti di Raffetti.

Al 38 altra occasione per il Vigolzone, punizione dalla destra calciata da Celato, Stombellini “spizza” di testa, ma la palla esce di un soffio.

 

SECONDO TEMPO:

Inizio ripresa è subito la Spes a farsi avanti, al 53 contropiede gialloblu, Fornaciari dalla destra mette in mezzo, ma Raffetti è bravo a toccare quanto basta per togliere l’attimo a Boccuni.

La partita inizia ad innervosirsi e l’arbitro non esita a estrarre il cartellino giallo. Il gioco è sopratutto a centrocampo e per i portieri non c’è un gran lavoro.

Al 85 una clamorosa svista arbitrale, con l’episodio che poteva cambiare il volto alla partita: bella azione del Vigolzone, Ironi in uscita, vistosi ormai superato da Boledi, lo strattona facendolo rallentare, ma nonostante le furibonde proteste dei padroni di casa, l’arbitro fa proseguire.

Pareggio sostanzialmente giusto, anche se il Vigolzone, nonostante la posizione di classifica, continua a mostrare segni di grande vitalità. La Spes, forse penalizzata dal campo pesante, non è riuscita a sfruttare al meglio la velocità delle due ali e Boccuni li davanti è sembrato un po’ troppo solo.