Vigolzone – Borgo San Donnino 0 – 1

VIGOLZONE:

Campominosi, Capelli, Grassi, Aquino, Tonelli, Olmi, Piazza (61 Maggi), Morelli (53 Salvatore), Tasev (78 Quadrelli), Botti, Rovida

 

BORGO SAN DONNINO:

Spanu, Spotti (88 Trapassi), Cornali, Ferranti, Avanzi, Bernazzoli (75 Graffi), Pederzani, Maini, Frigeri, Carollo (90 Borlenghi), Rastelli

 

GOL:  35 Rastelli (B) rig.

 

 

Primo Tempo:

Partita in dubbio fino all’ultimo per lo stato del terreno di gioco, molto appesantito dalle abbondanti piogge dei giorni scorsi, ma l’arbitro Pareti decide che si può giocare. I biancorossi guidati da Villani, con un paio di assenze importanti causa infortuni ricevono la corazzata Borgo San Donnino, capolista del girone.

Il primo quarto d’ora vede gli ospiti pressare insistentemente con un buon possesso palla, ma il Vigolzone fa buona guardia, solo una paio di tiri da fuori area per parte, ma poco pericolosi.

Al ’35 l’episodio che deciderà poi la partita: penalty per atterramento in area di Rastelli, il difensore biancorosso Capelli espulso e lo stesso Rastelli che realizza il rigore portando in vantaggio il Borgo 1-0.

Allo scadere del primo tempo ghiotta occasione per i padroni di casa con Morelli che riesce a spizzare di testa un cross in area di Botti, ma la palla è di poco alta sopra la traversa.

 

Secondo tempo:

Al 52’ l’unica altra occasione avuta dagli ospiti quando Frigeri dalla destra entra in area, appoggia la palla in mezzo, ma la conclusione a distanza ravvicinata di Bernazzoli è deviata sulla linea da Tonelli (oggi migliore in campo).

Il Vigolzone pur con un uomo in meno si riorganizza schierando una difesa a tre, riuscendo a mettere più volte in difficoltà gli ospiti, che tolto qualche lancio lungo per all’indirizzo di Rastelli, sembrano soffrire la grinta dei padroni di casa.

Il Borgo rimane rintanato nella propria metà campo, difendendo con il coltello tra i denti (e con qualche simulazione di troppo) il vantaggio, spesso approfittando dell’inesperienza del giovane arbitro. Clamoroso è per esempio l’episodio che ha portato all’espulsione di Maggi: pur avendo subito lui il fallo, viene espulso per proteste dopo un accerchiamento dei giocatori ospiti al direttore di gara.

Nonostante la doppia inferiorità i biancorossi concludono la partita all’attacco, disputando comunque un’ottima gara. Il Borgo riesce a strappare un’importante vittoria solo grazie ad un calcio di rigore, ma ha avuto il merito di aver saputo mantenere il vantaggio e riuscendo a conquistare comunque i 3 punti.