Vigolzone – Alsenese 4-0

VIGOLZONE:

Campominosi, Tonelli (61 Davide), Caravaggi, Cavanna, Olmi, Aquino, Morelli (64 Bravetti), Quadrelli, Tasev (77 Capra), Botti, Rovida

 

ALSENESE:

Faroldi, Comini, Corini, Tamarri, Sabini, Foppiani, Casali (43 Maggi), Villani (77 Mirra), Fovaris, Aghiavena, Ugolini (66 Saliprandi)

 

GOL:  21, 29 Rovida, 49, 50 Tasev

 

Primo Tempo:

L’Alsenese terza forza del campionato fa visita ad un Vigolzone in netta ascesa tornato ai livelli del girone d’andata.

Sono infatti i biancorossi guidati da Mister Villani ad avere da subito in mano le redini del gioco, riuscendo con un buon possesso palla a schiacciare gli ospiti nella loro metà campo.

Un paio di conclusioni sono oltre misura, il tiro più pericoloso parte dai piedi di Quadrelli al 18° ma il portiere è attento e blocca la sfera.

Al 21° vantaggio per il Vigolzone con Rovida che da punizione mette la palla in rete con un bel tiro a giro.

Passano pochi minuti e al 29 c’è il raddoppio del Vigolzone ancora con Rovida che viene servito in area da un perfetto assist  di Botti e per lui è un gioco da ragazzi trafiggere l’incolpevole Faroldi.

L’Alsenese accusa il colpo e non riesce a reagire, quasi mai pericolosa, nel primo tempo vede Campominosi praticamente inoperoso.

 

Secondo tempo:

L’inizio della seconda frazione vede ancora protagonisti i padroni di casa, al 49° Botti serve un’altra palla in area questa volta a Tasev che con un dribling secco si libera del difensore e con un destro micidiale mette la palla alle spalle del portiere per il 3-0.

Neanche un minuto dopo, palla recuperata a centrocampo dal Vigolzone, lancio in profondità per Tasev che appena entrato in area mette la palla in rete alla destra del portiere per il 4-0, suggellando con una doppietta una prestazione eccellente.

Gli ospiti non riescono più a rientrare in partita e solo verso il finale impegnano il portiere biancorosso con un tiro da fuori area.

La partita prosegue senza troppe emozioni con il Vigolzone che difende bene il risultato, con una prestazione sopra la media per tutta la linea difensiva, guidata con autorevolezza da Francesco Olmi che non ha concesso praticamente niente agli attaccanti avversari.