Vigolzone – Noceto 2-3

VIGOLZONE:

Fornasari, Cervi, Maurizi, Granelli (84 Maffini), Miserotti, Mini, Cimmino, Boledi, Salami, Viani (80 Stombellini), Rovida

NOCETO:

Rizzolini, Tagliavini, Oglieri, Bellini (65 Lombardi), giordani, Ferri, Sanella (83 Bagatti), Masini, Palumbo (77 Pellegrini), Zanardi, Ferdenzi

 

GOL:  10 Masini(N), 24 Zanardi (N) rig, 26 Palumbo (N), 33 Rovida (V), 36 Salami (V)

 

Arbitro: Valentino di Reggio Emilia

 

Primo Tempo

Si decide tutto nel primo tempo la gara tra Noceto e Vigolzone. Gli ospiti passano in vantaggio dopo 10 minuti quando Masini prova la conclusione da fuori area, la palla viene deviata accidentalmente con la schiena da un difensore del Vigolzone e la sfera si infila nel sette per lo 0-1.

Raddoppio del Noceto al 24° quando l’arbitro assegna un penalty per un dubbio atterramento in area, sul dischetto va Zanardi che non sbaglia: 0-2.

Vigolzone in confusione totale e dopo soli due minuti con la difesa biancorossa praticamente immobile, il Noceto va sul 3-0 grazie al colpo di testa in area di Palumbo.

Gli ospiti forse pensano di avere già la vittoria in tasca e lasciano spazio al Vigolzone, che dopo le tre sberle iniziali sembra aver ricominciato a giocare.

Infatti al 33 con una bella punizione a giro, Rovida mette in rete la palla del 3-1.

Al 36° accorcia ancora Salami, con un diagonale che trafigge il non troppo reattivo Rizzolini.

Sul finire del primo tempo Masini forse con troppa leggerezza, già ammonito, commette un secondo fallo da tergo e l’arbitro è costretto a mostrargli il cartellino rosso, Noceto in dieci per tutto il secondo tempo.

 

Secondo tempo:

In superiorità numerica e con una rete da recuperare, ci si aspetta la reazione dei padroni di casa, che invece non c’è, il Noceto fa girare bene la palla e controlla la partita affidandosi ai lunghi lanci per Zanardi e Palumbo, forse oggi il migliore in campo.

Proprio da un contropiede degli ospiti che nasce la più grande occasione del secondo tempo, l’attaccante si smarca del portiere in uscita e di un difensore, la palla arriva a Zanardi che a porta praticamente sguarnita si fa stoppare il tiro sulla riga dal difensore in scivolata.

Il Vigolzone si rende pericoloso solo con due tiri da fuori area entrambe di Boledi, che però è impreciso nelle conclusioni.

Il portiere Fornasari, sicuramente il migliore del Vigolzone, grazie ad alcuni prodigiosi interventi ha impedito che il passivo fosse ancora più pesante. Sicuramente un grosso passo indietro rispetto alla partita di domenica scorsa, biancorossi con poche idee e poca grinta, che non hanno saputo sfruttare la superiorità numerica.

Gli ospiti invece sono stati padroni indiscussi del campo nella prima mezz’ora, hanno concesso qualcosa solo sul finire del primo tempo, e hanno poi controllato per tutta la ripresa, senza mai subire grossi rischi.